Odi et amo

Riporto il verso di Catullo, dal Liber, carme 85:

“Odi et amo. Quare id faciam, fortasse requiris
nescio, sed fieri sentio et excrucior”

“Odio e amo. Perché io faccia questo, forse domandi.
Non lo so. Ma sento che accade e mi tormento.”

Riporto questo verso non per il suo significato intrinseco, ma per via di ciò che è successo quando una persona mi ha chiesto di tradurlo. Pur avendolo letto in italiano (anche se un paio di anni fa), non sono stato in grado di tradurlo al volo, rendendo necessaria la richiesta della traduzione da parte della persona in questione alla professoressa di latino.

Ripensando a freddo su ciò che è successo, mi è tornata in mente la frase che dà il titolo a questo blog. Non sarebbe cambiato nulla, ma almeno avrei fatto bella figura.

Annunci
Odi et amo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...