Distinguere tra e.g., e i.e.,

Update 14/02/15: ho trovato una vignetta che riassume meglio di quanto potrei mai dire il resto dell’articolo: http://theoatmeal.com/comics/ie

La differenza che intercorre tra e.g., e i.e., (sempre seguiti da virgola) è molto sottile, tanto che alcune volte sono scambiati nel loro uso, in inglese.

E.g., è l’abbreviazione per example given, o, meglio, exempli gratia. Viene usato per introdurre una lista di esempi e sottintende l’etc… (che sta per et cetera, ovvero le cose rimanenti) alla fine, che quindi risulta ridondante se aggiunto. In italiano può essere reso con “ad esempio”.

I.e., è l’abbreviazione di id est, ovvero that is in inglese e “cioè” in italiano. Viene usato per specificare quello di cui si parla.

E’ probabile che nell’uso di queste due abbreviazioni su questo blog, pur conoscendone il significato, possa commettere qualche errore, confondendoli (o meglio, abusando di e.g., e dimenticando i.e., quando “necessario”).

Update Un grazie a Maxxie B. che precisa come la virgola sia obbligatoria solo nell’inglese americano.

Annunci
Distinguere tra e.g., e i.e.,

25 pensieri su “Distinguere tra e.g., e i.e.,

  1. Paolo P ha detto:

    Vorrei precisare che E.g. è l’abbreviazione, come già detto dall’autore, del latino “Exempli gratia”, ma non dell’inglese “Example given” che è solo un “trucchetto” per ricordarne il significato; analogo trucchetto in italiano è “Esempio Grandioso”;

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...