Cosa c’è aldilà dell’essere nel pensiero platonico?

Riporterò qui l’interpretazione del mio professore di filosofia riguardo questo argomento, mediata secondo la mia capacità di comprensione in un linguaggio quanto più semplice possibile.

Per Platone si può affermare, in maniera semplicistica, che tutto è. L’essere è composto da 2 parti: l’idea, perfetta, immutabile e determinante; le cose, copie imperfette delle idee da esse stesse determinate. La domanda è la natura di ciò che è aldilà dell’essere, ammesso che ci sia qualcosa.

Ebbene, se l’essere è creato attraverso un movimento di sinossi delle cose verso le idee e di diairesi dalle idee verso le cose, possiamo identificare questo movimento come lo stesso di determinazione unodiade di matrice orfico-pitagorica, con le idee che rappresentano l’uno e le cose che rappresentano la diade.

Cos’è dunque ciò che sta aldilà dell’essere? Ciò che sta aldilà dell’essere è il movimento che causa questa determinazione. Bisogna però scindere da questa interpretazione la mentalità moderna secondo la quale ciò che è causa del movimento è movimento in sè. Infatti le idee sono causa del movimento delle cose (che muovendosi sono appunte conoscibili), ma non sono nè in quiete completa, nè origine del movimento di determinazione pitagorico.

Annunci
Cosa c’è aldilà dell’essere nel pensiero platonico?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...