Programmazione Cargo-Cult, o “per regali”

Bazzicando per la rete sono incappato in questo post, dal blog di Eric Lippert, che parla della cosidetta “programmazione Cargo-Cult”, altrimenti detta in italiano “programmazione per regali“.

Si tratta in sostanza della programmazione “copia-incolla”, che risolve il problema momentaneamente ma non dà una piena comprensione di quello che il codice fa. Il consiglio che viene dato è quello di capire il codice, non solo di compilarlo.

C’è tutta una serie di post dedicata a questo argomento sul blog in questione, che descrivono il “tipico programmatore”: Mort (quello business-oriented, che pensa a solo al risultato e può ricorrere alla programmazione per regali), Elvis (il programmatore professionista, che non può assolutamente ricorrere a questo tipo di programmazione, in quanto verrebbe subito licenziato) e Einstein (il programmatore onnipotente e onnisciente).

Il termine “Cargo-Cult” indica un fenomeno reso famoso da Richard Feynman, per cui alcuni indigeni alla fine della seconda guerra mondiale iniziarono a venerare gli aerei perchè portavano cibo e altri beni. Alla fine della guerra gli aerei smisero di arrivare, e per richiamarli gli indigeni si mettevano lì con delle bandierine, come se fossero state le bandierine a “evocare” questi “dei”. Sul sito italiano di Wikipedia sono disponibili più dettagli.

Annunci
Programmazione Cargo-Cult, o “per regali”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...