Chiusura blog

Come è possibile immaginarsi dalla frequenza degli ultimi aggiornamenti (nessuno), con questo post chiudo formalmente questa esperienza, con tanti saluti al mio post di buone intenzioni di un anno fa.

Tutti i contenuti rimarranno qui disponibili (immagino fino a che WordPress non terminerà il servizio, per un motivo o per l’altro). Nonostante il seguito modesto, questo blog mi ha sempre dato grandi soddisfazioni, ma soprattutto un modo per esprimermi in libertà.

Per quanto riguarda il futuro… Mai stato più incerto nella vita reale, ma se dovessi iniziare un altro blog lo farei sicuramente in lingua inglese. Non saprei di preciso con quali contenuti. Sceglierei un’altra piattaforma: qualcosa di più snello, rapido. Non Twitter, quello è limitante. WordPress mi ha sempre soddisfatto, ma non ho bisogno di tutto l’apparato che mette a disposizione. In ogni caso, se lo farò, sarà solo quando avrò di nuovo voglia di scrivere.

Un grazie a chiunque passi per di qua, e un avviso di tenere conto che la maggior parte di questi post sono stati scritti in “tenera età”, per cui vanno un po’ contestualizzati. Per il resto, alla prossima (si fa per dire).

Chiusura blog

Road to reality -> epic fail

Non c’è alcun verso per cui un lettore medio (dove per medio intendo con almeno una laurea triennale in fisica) possa anche solo lontanamente avvicinarsi a questo tomo, che per fortuna ho acquistato a un prezzo scandalosamente economico (meno di 5 euro).

Vedere: http://wiki.alankennington.com/en/Penrose:_The_Road_to_Reality

Verdetto: epic fail.

Road to reality -> epic fail

Come vedere oltre le tette negli anime

Riporto questa serie di articoli da seventhstyle che spiega come apprezzare meglio gli anime e tutte le illustrazioni simili. Come dice il primo articolo della serie:

C’è differenza tra vedere delle parole e leggere.

Non solo yuri, ma anche equilibrio di colori...
Non solo yuri, ma anche equilibrio di colori…

In particolare, nel primo articolo sono analizzati gli elementi base impiegati negli anime: linee, trame, forme, colori etc..

Vi è poi un intermezzo che si sofferma sulla definizione di anime in particolare.

Nell’ultimo articolo (anche se ne è previsto ancora un altro) si parle invece dei principi impiegati: equilibrio, ritmo, proporzione etc…

Trovo che questa serie di articoli sia illuminante, soprattutto per chi, come me, ha un background culturale prettamente scientifico e il senso estetico di una cozza attaccata a uno scoglio.

analyzing-artwork-intelligently-texture-seventhstyle-1
Una delle immagini che preferisco da questa serie di articoli

Come vedere oltre le tette negli anime

Outlook.com/Hotmail/Live etc… fanno schifo. Punto.

UPDATE 2: Contrordine, continua a fare schifo. L’app per android continua a consumare uno sproposito (più del 30% di batteria). Inservibile.

 

UPDATE: Incidentalmente, due giorni dopo la pubblicazione di questo post è stato abilitato l’IMAP su Hotmail. Dovrei lamentarmi più spesso visti i risultati. Comunque, per curiosità ho anche provato nuovamente l’app di Outlook, che usa il protocollo EAS, e non sembra essere più il mangia-batterie di un anno fa. Il problema comunque si manifesta all’improvviso (come appunto un anno fa) anche a distanza di tempo dall’installazione dell’app, quindi non me la sento di dire che hanno risolto il problema. Resta inoltre aperto il problema dell’smtp tramite Gmail.

Possibile che nel 2013 possa esistere un servizio email che non supporta l’IMAP? La cui alternativa all’IMAP è lo scomodo POP3, o il “funzionalissimo” Exchange ActiveSync, che consuma batteria sul cellulare come gasolio su un truck americano, e che non è supportato da NESSUN client desktop?

E per chi vuole passare alla concorrenza, ecco un bel bug che mi sa tanto da concorrenza sleale: http://answers.microsoft.com/en-us/windowslive/forum/email/sending-mail-from-gmail-through-hotmail-smtp/fac2c3fd-58c5-4132-9b04-59838a65e839

Ed è aperto da quasi un anno! Senza contare le risposte degli addetti microsoft (la m merita di essere minuscola). Sembrano dei bot rimbecilliti. L’unica spiegazione è che siano dei mentecatti costretti a seguire delle istruzioni, senza nessuna reale competenza tecnica (o possibilità di fare qualcosa, nel migliore dei casi).

La migrazione a Gmail è già in atto.

Outlook.com/Hotmail/Live etc… fanno schifo. Punto.

Il miglior editor di testo in assoluto (per me)

Negli ultimi tempi ho avuto voglia di studiare più da vicino Ruby On Rails, seguendo in particolare questi tutorial: http://www.youtube.com/user/RubyOnRailsVideos/featured.

Ho avuto modo quindi di conoscere l’editor usato in questi video: Sublime Text 2. Si tratta di un editor multipiattaforma (quindi sia linux sia Windows) molto piacevole alla vista che offre tutte le feature che desideravo (autocompletamento per molti linguaggi, su tutte) e molte altre che non sapevo di desiderare. Non è gratuito, ma la versione trial è illimitata, e comunque i suoi 70 dollari li vale tutti (licenza illimitata: quante copie si vuole, su tutte le piattaforme).

Sono davvero dispiaciuto di non averlo incontrato prima: mi sarei risparmiato ore a cercare di far funzionare IDE come Eclipse.

Il miglior editor di testo in assoluto (per me)