Windows 8 e Metro

Furoreggiano in questi giorni le notizie sul nuovo sistema operativo di casa Microsoft. In particolare, si parla della nuova interfaccia che dovrebbe affiancarsi (dire “prendere il posto” sarebbe decisamente irrealistico) a quella consueta a cui tutti ormai siamo abituati.

A parte che questo tipo di interfaccia dà il meglio su dispositivi touchscreen (quindi tablet e smartphone), con questa mossa mi sembra che Microsoft voglia prendere la scia sia di Apple sia di Google. E’ chiaro infatti che un’interfaccia unificata (almeno per le nuove applicazioni) renderebbe il look-and-feel del sistema più coerente, piacevole e pratico, à la Mac. D’altra parte, con il supporto all’architettura ARM è chiaro inoltre che va in competizione diretta con Android.

Personalmente, ritengo più convincente una mossa verso lo stile Apple (qualità e uniformità dell’esperienza) che non verso lo stile Android (che è stato, fino ad ora, un po’ un casino, con una marea di versioni una dopo l’altra).

L’enorme base di utenti di Windows però rischia di far virare l’intero progetto proprio verso un’esperienza stile Android: un parco macchine estremamente diversificato non può favorire l’uniformità dell’esperienza.

Per ora non resta che aspettare e vedere: certo che, come utente di lungo corso del pc (per fortuna nel mondo dell’informatica gli anni sono secoli, altrimenti non potrei vantarmi così tanto…), non vorrei essere costretto a riempire il monitor di enormi pulsantoni a prova di “utonto”. Se mi compro uno schermo più grande è perchè voglio farci stare più roba, ma se mi vengono a presentare questa GUI che sembra un quadro di Mondrian completo di campiture, tanto vale tornare al 640 per 480.

Annunci
Windows 8 e Metro

Windows 7 RTM: sarà la build definitiva?

Proprio in queste ore escono i primi annunci della build 6.1.7600.16384.win7_rtm.090710-1945 di Windows 7.

Le prime ISO sono già online, ma al momento Microsoft non ha ancora detto nulla a riguardo. Dalle schermate e dall’interesse del pubblico sembra essere la build giusta, ma chi garantisce che non ce ne siano altre dietro l’angolo?

Comunque, il sito di riferimento per chi vuole restare aggiornato è http://wzor.net/ (per entrare bisogna mettere come username e password “Ku!”, senza le virgolette).

Update: La Microsoft ha ufficialmente dichiarato di aver rilasciato la RTM, che sembra dover essere la build 16385.

Windows 7 RTM: sarà la build definitiva?

Windows 7 = (Vista + XP)

Ho installato pochi giorni fa la release candidate del nuovo sistema operativo Microsoft, e sono rimasto piacevolmente impressionato dal lavoro effettuato dagli ingegneri e dai programmatori per migliorare l’esperienza d’utilizzo.

  • La reattività dell’interfaccia è notevolmente migliorata da Vista: sembra ancora Vista, ma con la velocità di XP. Dal punto di vista grafico poi è anche molto piacevole (ma questo è un parametro fortemente soggettivo).
  • Le migliorie apportate da Vista in ambito di sicurezza sono rimaste, quindi rimane il firewall, il “centro di sicurezza”, Windows Defender etc… ma…
  • l’UAC è decisamente meno invasivo. Ora riesce a riconoscere le modifiche che apporta l’utente al pannello di controllo, eliminando ridondanti richieste di sicurezza e permettendo nel contempo di mantenere la modalità protetta di Internet Explorer.
  • Sono presenti le ultime versioni di IE e WMP.
  • La barra delle applicazioni è stata ridisegnata, con icone più grandi e funzionalità di preview migliorate.Windows%20Taskbar%20Previews

Queste sono le migliorie che ho notato nei pochi giorni che ho avuto a disposizione per provarlo. Windows 7 è davvero ciò che Vista sarebbe dovuto essere: reattivo, piacevole e semplice. E’ come se avessero unito i tratti migliori dei 2 sistemi operativi precedenti in unico sistema piacevole da usare.

Windows 7 = (Vista + XP)

Opzioni menu di avvio di Vista

Molte persone si lamentano di non riuscire a trovare le vecchie opzioni nel menu di Vista. Capitò la stessa cosa nel passaggio da Windows 2000 a XP.

Ebbene, tutto (più o meno) è ancora lì, basta fare la fatica di cliccare con il tasto destro del mouse sulla barra delle applicazioni e selezionare Proprietà>Menu Start>Personalizza.

L’operazione va fatta una volta sola (per account) e permette una personalizzazione decente. Ora, è evidente che coloro che si lamentano del menu di avvio di Vista lo fanno solo per provocare, con la solita critica “alla Microsoft sono incompetenti”. Altrimenti, anzichè perdere 2 minuti per scrivere queste cose, perderebbero 2 minuti per organizzare il loro menu.

Opzioni menu di avvio di Vista

Temi alternativi per Windows XP

Oltre al tema standard di Windows XP, sono stati “rilasciati” in sordina dalla Microsoft altri 3 temi:

  • Royal: il tema di XP Media Center
  • Royal noir: versione dark del tema Royal
  • Zune: simile a Royal noir, ma con sfumature arancioni, ispirato ovviamente allo Zune di Microsoft
Temi alternativi per Windows XP

Fixboot e Fixmbr

Questi due comandi della console di ripritino di Windows sono utili per ripristinare il settore di avvio del disco e il boot loader di Windows in più di un occasione, in particolare quando si hanno più sistemi operativi installati (vedi Linux) e si vuole effettuare una pulizia generale (formattazione).

Unica raccomandazione è quella di utilizzare i comandi dal cd di installazione della stessa versione di Windows che si vuole installare, ricordandosi che questi comandi generalmente riescono a completare il loro lavoro senza prendere parametri supplementari.

Fixboot e Fixmbr

ProtectedData

Questa classe del .Net Framework permette di crittografare i file con la tecnologia DPAPI di Windows, presente da Windows 2000 in poi. E’ stata introdotta con la versione 2 del framework.

La crittografia di un file è semplificata enormemente rispetto all’uso delle tecniche standard fornite con il .Net, grazie a questa tecnologia di Windows che cripta automaticamente un file con le credenziali dell’utente corrente e, eventualmente, con una password. Il meccanismo coinvolge 2 metodi statici di questa classe, Protect() e Unprotect() (con i dovuti argomenti).

Proprio per il coinvolgimento delle credenziali dell’utente bisogna però fare attenzione in caso formattazione.

ProtectedData